lunedì 29 ottobre 2007

Ho un po' paura di questa voce che mi accarezza.

sabato 27 ottobre 2007

martedì 9 ottobre 2007

giorno su giorno

Giorno per giorno assieme a ogni relazione ne costruisci il possibile termine. Ogni giorno vivi sentendo che potrebbe essere l'ultimo, ma anche no. Giorno su giorno rinnovi l'entusiasmo del gioco, vivendo la consapevolezza che ogni gioco è a termine. Giorno dopo giorno decidi se andare o stare e nell'animo il mistero del domani.
Riposare come lo intendevo io, no: non esiste. Assieme a quella felicità dell'assoluto. Riposare è confrontarsi ogni giorno con l'Umano, limitato ed effimero. Felicità è l'imperfezione di un progetto instabile dove l'unico contratto che vale è quello con l'autenticità del tuo sguardo.

martedì 2 ottobre 2007

Ombra di Cielo

Un’ombra di cielo sulla terra rossa sfiora la pelle come la brezza dal mare profumata di inquieta immensità tocca la carne ferita sanando salando in ricami sottili come fessure del terreno dove radici in germogli aggrovigliano entusiasmi stupendo sguardi spalancati di palpebre socchiuse ad ascoltare quelle onde narrar di stelle attraverso il sangue della terra.

lunedì 1 ottobre 2007

(va' che) io non faccio parte del paesaggio (!)

La tapparella è abbassata e non vedo il cielo.
Sono brilla di cibo e calore di colore dominante arancio. Il dispiacere per chi si è chiamato fuori è profondo ma ognuno ha le sue vie da percorrere.
Respiro fondo anche il dolore e sto bene.
Restano appesi al cielo, rotanti su fili sottili, i dubbi e le domande attorno a questa vita strana e semplice. Domande che ritornano e perché insolubili, appesi e sospesi alla mia effimera esigenza di significato.