giovedì 29 giugno 2006

A voi non capita mai?

Mi manca l'ingenuità di chi si fida, l'entusiasmo di chi non ha paura di illudersi. La spontaneità e la purezza di un sorriso fatto di tutto il viso, dagli occhi al cuore passando per stomaco e cervello senza soluzione di continuità. Per esempio.
Certe volte io manco a me stessa.

Cronaca

Una bella febbre da influenza ha messo uno stop forzato alla tensione di questi giorni roventi e mi ha costretta a letto ché persino alzarmi per guadagnare il bagno faceva fatica. Ora sto un pelo meglio e giocoforza mi rimetto in moto: lavoro, casa e preparativi per la partenza ché mancano solo due giorni all'Ecuador.

martedì 20 giugno 2006

I batuffoli di schiuma accarezzano la pelle e alleggeriscono la mente.

La serata mi ha visto protagonista di due cadute degne di nota, almeno una delle quali mi ha lasciato i segni sotto le protezioni, che a pensarci fa paura, gomitiere sante subito.
Incontro notturno col maniaco di turno, giusto quando Fraps ci lascia indietro trenta metri. Sbuca nudo da dentro un cespuglio, giocando con gli attributi. Che a pensare ai rovi e alle zanzare non so proprio come facesse. Unico pericolo per noi quello di ribaltarci sulla ciclabile e rotolare dentro il naviglio per lo spavento.
Momento di raccoglimento di rito al metatarsopoint (dove uno dei nostri si è sfracassato la caviglia due anni fa) ('cipicchia, già due anni) e poi via adagio a godersi il rotolare dall'abec variabile.
Prove di frenata e imbabolamento di fronte al mio cielo.
Chiacchiere e birra a concludere. Che io volevo offrire e poi non avevo euro a sufficienza.
Amo pattinare sui navigli.

sabato 17 giugno 2006

Giorni

Piccole perle raccolte sulla spiaggia, dove l'acqua mescola ricordi e desideri. Piccole perle da infilare per farne una collana, di quelle che si girano più volte attorno al collo, che puoi svolgere e annodare, che puoi portare al polso o alla caviglia, che ti ciondolano tra i seni come facevano le collane della nonna, che ti diverti a drappeggiare sui capelli come quando eri bambina, che passi da dita a mano e poi ancora a dita e ancora a mano giocando.

venerdì 16 giugno 2006

Serata di amiche, tra chiacchiere e pianificazione del viaggio in Ecuador.
Che chi ci conosce ci guarda e si (e ci) chiede se poi di laggiù torniamo davvero.

lunedì 12 giugno 2006

E comunque io l'avevo detto prima che ho degli amici bellissimi. Ma proprio bellissimi.
Ed è vero che continuo a stupirmene, a spalancare gli occhi e ascoltare il cuore che batte incredulo.
Ma è anche vero che me li godo. Che me li merito :). E anche questa consapevolezza è da chebellochebello.

sabato 10 giugno 2006